• Missioni,  Soliloquio

    Undici anni senza te

    Non t’ho mai chiesto scusa. … ho vissuto in apnea sapendo, ma volendo ignorare. ho corso, cosciente del fatto che non ti avrei raggiunto. ho seguito le tue ultime parole, ti ho immaginato lì a ridere per non aver saputo dire sì. ‘sei la regina dei gavettoni’ dicevi, hai voluto privarmi dello scettro con la doccia più gelida che abbia mai conosciuto. ho sollevato e smosso l’infinito, scoprendo t a r d i che non eri mai partito. non mi perdono. ho compreso il senso dei disegni invisibili, ma non riesco ad accettare lo stato di impotenza a cui mi ha costretta. mi hai salvata hai salvato il mio corpo…

  • Pensieri

    Ho rinnovato la patente, ma ..

    Ho rinnovato la patente. Per soli cinque euro, ho potuto farmi fotografare da una gigantesca polaroid parlante: “chiudere bene la tenda e sedersi comodi (non come l’ultima volta che, quando lo scatto è partito, stavi arrotolando lo sgabello .. e sulla carta d’identità sembri nel pieno di una visione mistica!)”. Questa volta, avendomi riconosciuta, mi ha concesso di scegliere fra tre scatti (niente visioni mistiche, è il decennio dello stile *wanted* questo!) e ne ha stampate sei copie pur consapevole, lei, del fatto che me ne sarebbe bastata una sola. Che poi, se mettessimo sui documenti la foto del profilo Facebook, saremmo tutti più facilmente riconducibili. Per la modica cifra di novanta euro,…

  • Missioni,  Pensieri

    cose che proprio fatico a comprendere!

    Cose che davvero, pur sforzandomi, non riesco a comprendere! Non mi schiero politicamente, né ideologicamente. Non mi sento particolarmente perbenista. Non sono solo indignata, è che proprio fatico a comprendere. E’ la mala informazione, oltre agli interessi – subdoli e meschini – economico finanziari, ad alimentare gli esodi di questa povera gente. Se solo sapessero veramente a cosa vanno in contro .. se solo immaginassero cosa li aspetta, forse non partirebbero. Forse sceglierebbero di farsi schiacciare dalla guerra in casa loro, forse preferirebbero soffrire fame e sete – a casa loro, forse morirebbero comunque da incazzati ma, forse preservando un briciolo di dignità. Lo sfruttamento e la cattiveria di chi prima li soccorre perché…

  • Pensieri

    Sorpresa, anche no!

    Odio le sorprese normalmente, figuriamoci quando arrivano al venticinquesimo giorno di dieta. Arg! Il mio organismo è in fase di depurazione: niente caramelle gommose, niente cioccolata, niente pizza, zero caffè (ok, faccio outing: uno appena sveglia, giusto per aprire gli occhi!!). Insomma vivo quella che io chiamo: la depressione del gusto! Che poi, quando ci fai l’abitudine, la dieta non è nemmeno troppo snervante. Mi rendo però conto, del fatto che sta iniziando ad avere un pizzico di peso sull’ umore.

  • Pensieri

    qui e ora. e poi?

    Temo che il precariato si stia diffondendo stile macchia d’olio infettando neuroni e coronarie del creato, in particolare nell’essere umano. La lungimiranza è defunta. Seppellita, dimenticata. Speranza e prospettiva? Buon senso, Educazione, Rispetto?

  • social

    #chiediallasuocera

    Samuel ha un compagno intollerante al lattosio! L’ho scoperto per caso, dovendo portare la torta alla materna per festeggiare i suoi tre anni. Non è stato facile trovare qualcosa che non contenesse tracce di latte, ma gira e cerca, ecco delle crostatine all’albicocca fatte con farina di kamut e zero lattosio. La maestra mi aveva detto che sarebbe stato sufficente un pacco di patatine. Ho visto quel bimbo: mentre gli amichetti gustavano una torta lui sgranocchiava pop corn (sigh!)

  • Pensieri

    ZEN e dintorni

    ecco. è chiaramente finita l’estate. non avrei mai immaginato, ma inaspettatamente neuroni e cellule tutte, echeggiano: f-i-n-a-l-m-e-n-t-e! da lucertola a vampiro; zanzare che m’hanno schifato per una vita, quest’anno mi hanno ridotta ad anemica! ma il vero dramma è stato scoprire d’avere le ghiandole sudoripari: 38 anni senza versare una-goccia-una di sudore e in soli venti giorni di estate piena sentirmi sciogliere sotto l’ombrellone e avere apnee dal troppo caldo! saranno i primi avvertimenti del calendario che corre… …fortuna che a inizio stagione mi sono equipaggiata di una dose formato maxi di ZENISMO!

  • sing-softly,  social

    Sliding doors

    Giugno 2000, Psycho è una ragioniera venticinquenne, impiegata part time in una minuscola e obsoleta impresa vicino casa al mattino e commerciale-amministrativa nell’impresa familiare nelle ore pomeridiane. libera sentimentalmente dall’autunno precedente, gode dei vantaggi che il lavoro di rappresentanza le offre: Nmila incontri quotidiani e flessibilità negli orari! per contro, subisce quelle che sono le pecche del lavorare con mammà e papà: tolleranza zero, conflitti caratteriali e generazionali, scarsa voce in capitolo! Una mattina come le altre uscendo di buon ora, non poco incazzata e nervosa per l’ennesima discussione legata al lavoro, incontra una vicina di casa che si stà recando frettolosamente in stazione: “salve!” e senza aver troppo collegato il cervello, aggiunge: “vuole un passaggio? vado verso di là..” – “GRAZIE,…

  • sing-softly

    tana libera tutti

    ho un sassolino nella scarpa ahi taratattattà-taràttattà-taratarataratara-rattattà Chi è convinto di piacere a tutti, non vive sul pianeta Terra! [A volte quella che è apparentemente una conversazione sterile porta a riflessioni pazzesche!] Appartengo a quella categoria di persone che il disordine ce l’ha fuori e dentro, convinta però del fatto di starci bene  nel caos, di trovare tutto, al primo colpo! A queste certezze s’alternano quei momenti, in cui credo che debba essere qualcun altro a mettere ordine al posto mio! e che diamine, posso mica far tutto, no? Dunque aspetto. Ma non resto solo in attesa. Cumulo e rimando! Prima o dopo arriverà un ranocchio, una mollìca, una lampada, un fagiolo..insomma nelle fiabe succede!…