• social

    caccia alla parola

    Ho trovato un baule: al suo interno, memorie di una vita trascorsa si intrecciano con  realtà inesplorate! Il senso di una parola è riflesso nella sua immagine. L’occhio attento e vigile, sarà capace di associare a ciascuna parola la giusta visione.

  • Pensieri

    ZEN e dintorni

    ecco. è chiaramente finita l’estate. non avrei mai immaginato, ma inaspettatamente neuroni e cellule tutte, echeggiano: f-i-n-a-l-m-e-n-t-e! da lucertola a vampiro; zanzare che m’hanno schifato per una vita, quest’anno mi hanno ridotta ad anemica! ma il vero dramma è stato scoprire d’avere le ghiandole sudoripari: 38 anni senza versare una-goccia-una di sudore e in soli venti giorni di estate piena sentirmi sciogliere sotto l’ombrellone e avere apnee dal troppo caldo! saranno i primi avvertimenti del calendario che corre… …fortuna che a inizio stagione mi sono equipaggiata di una dose formato maxi di ZENISMO!

  • Senza categoria

    con un poco di zucchero…

    Un paio di mesi or sono Lo Zio mi ha portato, direttamente dai suoi agrumeti tarantini, una busta carica di limoni. Dopo una rapida riflessione e in vista della stagione calda ho pensato di elaborararli a mò di bevanda! Le ricette in rete e nei libri di cucina per ottenere un buon limoncello sono migliaia. Alla base comunque ci sono i limoni l’alcool per uso alimentare lo zucchero e l’acqua.

  • sing-softly,  social

    Sliding doors

    Giugno 2000, Psycho è una ragioniera venticinquenne, impiegata part time in una minuscola e obsoleta impresa vicino casa al mattino e commerciale-amministrativa nell’impresa familiare nelle ore pomeridiane. libera sentimentalmente dall’autunno precedente, gode dei vantaggi che il lavoro di rappresentanza le offre: Nmila incontri quotidiani e flessibilità negli orari! per contro, subisce quelle che sono le pecche del lavorare con mammà e papà: tolleranza zero, conflitti caratteriali e generazionali, scarsa voce in capitolo! Una mattina come le altre uscendo di buon ora, non poco incazzata e nervosa per l’ennesima discussione legata al lavoro, incontra una vicina di casa che si stà recando frettolosamente in stazione: “salve!” e senza aver troppo collegato il cervello, aggiunge: “vuole un passaggio? vado verso di là..” – “GRAZIE,…

  • social

    #libriinviaggio

    E’ un’iniziativa partita da un gruppo del social FB: IO LEGGO [“Dopo l’evento ‘Io leggo…’ che si è tenuto dall’11 al 18 febbraio 2011 e richiedeva di mettere come immagine del profil…o la copertina di un libro, s’è deciso di aprire questo gruppo per continuare a parlare di libri e restare informati sui prossimi eventi.”]. Io per uno strano caso, mi sono iscritta al gruppo giusto in tempo per partecipare all’evento!!! 😀 [IO LEGGO è un vero e proprio residence, con amministratori e portinaie d’eccezione fra cui Silvia (alter ego di Mathilda Stilday).] Libriinviaggio è sostanzialmente uno scambio di libri fra gli occupanti del condominio. il libro può essere nuovo o usato. mittente…

  • Soliloquio

    2 luglio

    Cara Amica Mia, sogni e desideri stanno nei libri di favole t’ho detto. rettifico! non è vero. l’ideale c’è, và perseguito. abbiam parlato di “fotocopie”. no, sbagliato anche quello! se tagli una mela in due parti, l’una non sarà mai uguale all’altra, eppure, unendole si incastreranno alla perfezione! stò bene da sola perchè mi conosco? forse stò meglio da sola, perchè mi conosco! sono arrivata ad una conclusione: sai cosa mi ha fottuto?

  • sing-softly,  social

    pulizie di primavera:

    ACCENDI LA RADIO A TUTTO VOLUME, poi, prendi una scopa, una paletta, qualche straccio, un bastone(di quelli per lavare a terra), detersivi e detergenti. shakera tutto, con buona volontà e olio di gomito. ripeti l’operazione quelle tre/otto volte al mese e il gioco è fatto! la casa sarà splendente, profumata ed accogliente. afferra qualche sacco-nero formato 240litri. 

  • social

    your blog is great(un anno dopo!) 2°parte

    ‘great’, per questo spazietto-virtuale(un pò chick lit ed un pò inevitably chic), è una definizione quasi imbarazzante! Sara ha messo il naso fuori dalla tana. ha sbadigliato e stiracchiandosi, mi ha riservato l’onere e l’onore dell’assegnazione del:   bella grana!!