social

prendi l’arte e [..]

Quest’anno coi regali di Natale sono stata un pò sfigata, me ne son tornati indietro due “perchè già ce l’ho.”

Non avendoceli IO, ho fatto che tenerli entrambe. Uno di questi è l’ultimo libro di Ligabue.

ho pensato di non restituirlo alla libreria ma leggerlo.

[nei testi delle sue canzoni ci trovo spaccati di vita. la melodiache accompagna le parole, rendono alcune realtà meno amare.]

sarò sincera, proprio non riesco ad arrivare a pagina due. non mi incuriosisce andare avanti, sono bloccata sulla prima pagina.

la critica è a suo favore! si parla di racconti forti. di personaggi in cui è naturale riconoscersi. di soluzioni sorprendenti che fanno immaginare futuri possibili e carichi di speranza.

allora mi chiedo: perchè? cos è che mi blocca?

è andata come doveva..come poteva. quante briciole restano dietro di noi. o brindiamo alla nostra o brindiamo a chi vuoi!
è andata come doveva..come poteva. quante briciole restano dietro di noi.
o brindiamo alla nostra o brindiamo a chi vuoi!

in una intervista Ligabue dice: “La vita quotidiana, con la sua lingua, a saperla ascoltare è piena di poesia”.

bhò, chissà com è, io preferisco ascoltarlo che leggerlo!

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.