E’ arrivato il pettirosso -dicono – il freddo è vicino.

Mi vesto di zelo e ripercorro sentieri battuti. Le finestre, ormai chiuse, custodiscono energia e bollito.

L’aria sul viso è fredda e umida, narici e polmoni l’ avvertono calda e pesante.

Il cielo con la sua tavolozza di colori  indisciplinati mi rapisce, è il passaggio di testimone fra sole e luna ed anche la linea d’orizzonte, commossa, scompare.

Col naso all’insù la marcia continua. Il micro-micio ronfa nella cuccia del pastore tedesco e al 23 i bimbi intonano nuove filastrocche.

Sulla panca solo L’ ombrello. Un nodo trapassa la gola e arresta i passi. Seduta accanto al solido sostegno, con gli occhi della mente vedo l’anziana signora e, nuovamente galleggio.

Il profumo di caldarroste e una stoica energia riattivano la marcia e la luna scorta i pensieri a dimora!

 

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share