Senza categoria

l’indifferenza è un mast

Capita a volte di essere urtati: camminando per strada, passeggiando al mercato, in coda agli sportelli, dentro un locale affollato!! Suppongo sia naturale, da parte di chi ha inavvertitamente spinto, domandare scusa! Quando questo non accade (e può succedere!) le conseguenze possono essere diverse:

a) chi ha subìto la bottarella è un buono. Una persona non attaccabrighe o violenta e vedendo l’indifferenza dell’altro, si rende conto della situazione e del fatto che può avere a che fare con qualcuno di particolarmente cafone o semplicemente maldestro. Il gesto passa in sordina come non fosse successo nulla! 

b) chi ha subìto lo spintone è di natura irascibile e facile allo scontro. Si gira e vede un omino con aria mortificata che prima ancora di poter aprire bocca, si ritrova col culo a terra e il naso fratturato!

c) chi è stato inavvertitamente urtato, entro un paio di secondi riceve le scuse. Quindi si gira, sorride e ribatte con “nulla”!

L’opzione d) è che si siano scontrate due persone con le balle in giostra! gli effetti a questo punto possono essere molteplici, almeno quante le variabili!

Il livello d’ incazzatura dei soggetti, il temperamento, le circostanze intorno, il carattere, l’ambiente, la personalità, il tempo, il sesso, l’età, la stazza, le esperiene e chi più ne ha più ne metta!!

Il grado di resistenza agli stress emotivi, la predisposizione a ricercare o accettare stimoli culturali e di pensiero esterni al proprio contesto abitudinario, la fiducia e l’entusiasmo, le quantità e qualità delle relazioni interpersonali positive, la precisione, l’affidabilità e la cura con cui ci si orienta ad offrire attraverso la propria condotta, il desiderio di successo, il metodo e la perseveranza nell’ottenerlo.

Tutto questo influisce sul benessere individuale e sociale.

Troppo spesso ci si lagna. Il mal di vivere ormai è comune. L’insoddisfazione dilaga come anche l’apatia. Ma cosa facciamo per migliorare la nostra situazione? Se fossimo capaci di agire almeno quanto lo siamo di lamentarci, probabilmente saremmo tutti più sereni e felici. o No?

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share

2 commenti

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.