social

Lacrime che volano via

l’altra sera, nel lettone, dopo aver fatto salta-salta ed augurato la buonanotte a tutti gli amicipeluche, Samuel mi porge un libro preso nel pomeriggio in biblioteca e mi chiede di leggerlo insieme prima di far nanna. lo apriamo e: 

S: mamma guarda, bimbopange!

M: è vero Samuel. tu sai perchè?

S: mmmh..mmuà! ho dato bacio. oranonpangepiù.

lacrime

La signora orso dalla sua cucina, sente piangere..si affaccia alla finestra e vede un bambino in lacrime. Corre subito fuori, lo prende fra le braccia, si toglie il foulard dal collo e lo rassicura: per fortuna io so cosa fare di così tante lacrime. prima di tutto vanno messe al caldo. Poi vanno cullate dolcemente, moooltoo dolcemente.

Anche il topolino corre a dare il suo suggerimento: beh, alle lacrime bisogna fare il solletico, i grattini, un sacco di coccole e poi dar loro tanti baci.

Il bimbo, si asciuga gli occhi ed insieme alla signora orso ed al topolino accarezza delicatamente il foulard.

Nel frattempo, anche il gatto li raggiunge e dice loro che le lacrime, bisogna farle saltare e rimbalzare. Bisogna farle giocare e bisogna farle danzare..così, diventano leggere leggere e..possono volare via.

lacrime leggere

S: mamma,hai visto!

M: si amore mio. avevi proprio ragione. baci e coccole.

ed il bimbo nonpangepiù.

Ricetta formidabile per curare le bue dell’animo e dello spirito di grandi e piccini: 🙂 ‘Lacrime che volano via’ _ Sabine De Greef _ Babalibri.

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.