sing mind

il mio centro di gravità

Sto facendo amicizia con me stessa. Ho preso coscienza, non troppo tempo fa, del mio stato di prigionia e ho convenuto – fra me e me – che si tratta di una condizione ingiusta e immotivata. Questa consapevolezza è arrivata GRAZIE a TE, mi amor. Sei un dono prezioso. Il mio essere speciale!

*** ” Ed io, avrò cura di TE.” ***

Ti devo molto. Hai acceso la luce. Non saprei dire perché o quando si sia spenta. [O forse sì.] Hai quella purezza e genuinità che, se avrai desiderio di preservare, ti permetteranno di vedere oltre.

L’Universo mi ha regalato un percorso magico. Per nulla semplice ma così affascinante che nulla è paragonabile.

Sai mi amor, mettersi in discussione, ri-vedere i propri progetti e obiettivi in virtù di qualcosa di GRANDE, non è rinunciare a qualcosa!  E’ ricerca è crescita è Vita. E’ avere la fortuna di essere la tua mamma.

Ti amo come non immaginavo d’essere capace. Sei diventato tu, il mio baricentro emozionale!

Oggi compi tre anni. [Ché traguardo!] 

E siccome è anche un pò la mia festa, mi auguro di sigillare l’amicizia con ME! Di mantenere l’energia e l’entusiasmo di oggi. Di continuare a crescere e imparare. Mi auguro di continuare ad accompagnarti con amore, nel tuo percorso!

Sei un cucciolo d’uomo, acerbo e assetato di novità!

Ti auguro di crescere – e vivere – sognando desiderando e realizzando.

Ti auguro la voglia di rinnovarti sempre. Di mantenere la curiosità e l’entusiasmo di ora.

Ti auguro una vita piena di luce e, dovesse calare la tensione, ti auguro di avere vicino qualcuno che ti voglia veramente bene.

Ti auguro soste lievi e rigeneranti. Ti auguro di non fermarti.

Ti auguro la volontà di accettare le differenze e di non subirle.

Ti auguro di saper ascoltare. Talvolta informazioni preziose si percepiscono solo.

Ti auguro libertà e consapevolezza. Ti auguro coscienza e onestà con te stesso, per primo.

Bambino mio, capiterà di inciampare o di essere distratto. Ti auguro di rialzarti, sempre. Di saper volgere lo sguardo altrove e, ritrovarti.

Io sarò sempre presente, sarò un riferimento se vorrai. Ma voglio imparare sin da ora a non invadere e non interferire più del necessario. [In questo, mi pare siam già d’accordo.] Non mi mandi a dir nulla. E, se in quel momento resto spiazzata un pò, quando ci rifletto non mi vedo così tanto disturbata. Non è quello, mancar di rispetto. Non per me. Hai la tua personalità, il tuo carattere, i tuoi bisogni. A me, il compito di guidarti e accompagnarti, di spiegarti ciò che per me è bene o male e, confidare sulla tua coscienza. Pararti i colpi troppo violenti, ma motivare e mostrarti il pericolo. Non si sbaglia = non agendo. Lo dico a te. Lo dico a me.

Buon compleanno mi amor e buona Vita!

La tua mamma. 

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.