sing mind

epifania [ieri, oggi e domani]

E P I F A N I A : evento che chiude i festeggiamenti natalizi. o per dirla come piace a me: passata la festa, gabbato lo santo! [amen]

non me lo sono fatta ripetere due volte[dal calendario]che era ora di sbaraccare l’ habitat.

il 6 gennaio alle ore nove in punto: ho messo via un bel pò di cianfrusaglie che, prenderanno polvere!

L’epifania è l’apparizione dell’astro guida.

che quest’anno mi abbia colpita in piena testa, anzichè semplicemente apparire? peut-ètredecisamente non mi credo un remagio. [non sono dotata nè di tanto oro nè di mirra. e la mia collezione d’incensi è appena sufficiente per soddisfare i rari momenti delle mie meditazioni in vasca da bagno!]

la questione è un’altra.

in virtù del fatto che il senso religioso del natale è vissuto solo più da infedeli ed essendo ormai palesemente una festa pagana e consumista, io ho pensato di dargli ilmioperchè.

Non mi capitava da dodici anni di avere le ferie per questo periodo dell’anno(con soli 5/6 giorni lavorativi,se ne sono guadagnati 16 di puro cazzeggio). ebbene, alla notiziacerta mi sono fatta i miei   castelli     [viaggetto,viailpannolino,relax,relax,relax &C.]            in aria!

ma precisa e puntuale,la forza di gravità,me li ha letteralmente spiaccicati al suolo! unica nota positiva: ho avuto sedici giorni per convincermi del fatto che io e le future feste comandate dovremo trovarci da fare qualcosa in separata sede! 😉

in questi giorni di diversamentefancazzismo, ho però ritrovato parti di me.

per Socrate, tutto il sapere è vano se non ricondotto alla coscienza critica del proprio “io”

così, fra una grana e l’altra ho approfondito l’argomento e fatto le mie conclusioni:

un recipiente, quando ha del contenuto può essere definito mezzo pieno o mezzo vuoto, a seconda della propria ingordigia e non dell’ attitudine all’ottimismo o al pessimismo.

così, se il contenuto del recipiente ha un volume eccessivo rispetto allo stesso involucro, sarebbe saggio prepararsi ad un’eventuale strabordamento.

recipienti e contenuti
un recipiente, quando ha del contenuto può essere definito mezzo pieno o mezzo vuoto, a seconda della propria ingordigia e non dell’ attitudine all’ottimismo o al pessimismo.
così, se il contenuto del recipiente ha un volume eccessivo rispetto allo stesso involucro, sarebbe saggio prepararsi ad un’eventuale strabordamento.
PS. già che ero in vena di pulizia[non di ordine, tanto per puntualizzare, ma solo di pulizia]:
 
Ho messo via un pò di illusioni
che prima o poi basta così
ne ho messe via due o tre cartoni
comunque so che sono lì.

Siedi,
ti offro un giro.
#inbottega
Andiamo
Share

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.